L’Italia e le auto da sogno

È proprio vero che l’ignoranza porta al doppio dell’ignoranza! Per l’ennesima volta mi sono ritrovato a parlare con un signore sulla cinquantina, incredulo del fatto che un ventunenne possa comprarsi e mantenersi una BMW. L’esperto sosteneva che per la mia età ci sono auto più piccole, meccanicamente parlando, tipo 1200 o 1400 cc con 80 o 100 cavalli che costano molto meno sia come mantenimento che come spesa iniziale.

Ora, prima di comprare la macchina, ho passato circa 4-5 mesi tra Autoscout, Quattroruote e AlVolante per non parlare dei vari concessionari (dove comunque ho trovato personale meno competente degli utenti dei suddetti siti web) e non importa essere Jonathan James o un visitatore assiduo di Wikileaks per capire che un motore 1200 benzina (perchè solo così può essere) da 80 o 100 cv consuma molto di più di un 2000 diesel da 120 o 150 cavalli.

Dopo quasi un anno e 14 mila chilometri con la mia 1er ho calcolato un consumo medio (ma soprattutto in città) di 17-18 km/l contro i 16 DICHIARATI da una qualsiasi utilitaria con motorizzazione base.

Sicuramente costa di più l’assicurazione e il bollo annuo ma si tratta di 200-300 euro di differenza, massimo 400 se becchi la compagnia sfigata contro i quasi 600 euro annui di differenza di carburante (calcolo effettuato su una media di 15 mila chilometri l’anno e con gli attuali costi dei carburanti).

Parlando poi della spesa iniziale, una nuova Fiesta, una nuova Clio o una nuova Polo partono rispettivamente da 9, 10 e 12 mila euro. Poi se ci metti le ruote, i tergicristalli, gli specchietti e un colore diverso dalla lamiera grezza sali molto velocemente di 3 o 4 mila euro.

Una Serie 1 usata del 2010, quindi di appena 4 anni, si trova tranquillamente a 10 mila euro e quindi oltre al risparmio nel mantenimento si trova anche un risparmio nella spesa iniziale. Certo, prendere un’auto usata non è mai semplice perché, specie se tratti con un privato, o sei Enzo Ferrari e cogli i difetti del motore solo sentendo la macchina in moto o la fregatura è sempre dietro l’angolo. Comunque basta affidarsi a un meccanico di fiducia e si riescono a risparmiare diverse migliaia di euro nel mercato dell’usato infatti la svalutazione media di una macchina nei primi 3-4 anni di vita è oltre il 50% e specialmente i motori diesel sono ancora nuovi dopo 3 anni.

Poi vabè, è inutile che fai il figo con la macchina bella se non hai il garage e tutte le mattine devi portarti un cencino imbevuto nell’acqua calda per sbrinare i vetri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *